home profilo news passioni contatti

Gara del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini 2008


Per il secondo anno consecutivo, il motomondiale si è disputato sul circuito misanese con il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. La gara più attesa è stata sicuramente quella della classe MotoGP che vedeva il campione di Tavullia e idolo di casa Valentino Rossi su Yamaha, in testa alla classifica del campionato mondiale con 50 punti di vantaggio sul pilota australiano campione del mondo in carica Casey Stoner su Ducati.
Per celebrare l'evento è stata riservata al fan club di Valentino Rossi la nuova tribuna "Brutapela", chiamata così in ricordo dell'ex curva in prossimità del rettilineo di partenza che portava lo stesso nome nel tracciato ante 2007. Ospiti del fan club anche alcuni assessori ed il sindaco di Tavullia che per l'occasione ha "deliberato" Valentino Rossi sindaco per un giorno del suo stesso comune d'appartenenza.
Come nell'edizione 2007, mio babbo ed io ci siamo recati al circuito alle prime luci dell'alba, così come han fatto molti altri appassionati. Legate le biciclette, ci siamo messi nella consueta posizione del "Curvone" che a mio parere è uno dei punti migliori del circuito soprattutto per scattare le foto.
Come da pronostico, Valentino Rossi ha vinto meritatamente la gara della MotoGP per la gioia dei 51.157 spettatori paganti: le cose per "Il Dottore" si sono messe subito bene dopo appena 7 giri dalla partenza a causa della caduta di Casey Stoner alla curva del "Tramonto" quando guidava con 3 secondi di vantaggio sul pilota italiano.
Ho visto dal vivo la caduta del pilota australiano e devo dire che già alla curva della "Quercia" pareva al limite nel tenere dietro Valentino Rossi, bravo con la sua pressione ad indurre l'errore il campione del mondo della Ducati.


A questo link del sito della MotoGP potrete trovare tutti i risultati e le statistiche delle gare disputate. Altre cronache sono disponibili sui siti della Gazzetta dello Sport e di Newsrimini.
Tutte le foto sono visibili su Facebook.

Domenica, 31 agosto 2008

Enrico Siboni - Sito personale