home profilo news passioni contatti

I bilanci del 2010

Sito internet e profili web.
Il sito retrocede dal settimo al quinto posto nel rank Shinystat, con un saldo di 7.361 visite totali e 24.031 pagine totali visualizzate. Sul fronte dei social network, la pagina Facebook incrementa a 148 il numero dei "mi piace".
Molto positivi i numeri del canale YouTube che, nonostante i soli 7 nuovi video prodotti quest'anno, ha raggiunto i 218 iscritti con un incremento di 104 utenti rispetto al 31 dicembre 2009.

Personale. L'evento da ricordare di quest'anno riguarda il calcio: il Misano Football Club della quale sono socio e dirigente, ha vinto il campionato di Promozione Girone D ed è ritornato nel campionato di Eccellenza dopo due anni di assenza. Con 70 punti ed una giornata di anticipo, la squadra guidata dall'allenatore spagnolo Fernando José de Argila Irurita, è diventata campione della categoria staccando di tre punti la Sampierana (promossa successivamente dopo la vittoria nei play-off contro l'Ozzanese, seconda nel campionato di Promozione Girone C) e di dieci punti il Cattolica, squadra inizialmente data per favorita.

Sport. Nel calcio a livello di club, il 2010 è stato l'anno dell'Inter che guidata dal tencico portoghese José Mourinho ha vinto nella stessa stagione campionato, coppa nazionale e UEFA Champions League diventando il primo club italiano a riuscire nell'impresa detta "treble" (in lingua inglese) o "triplete" (in lingua spagnola). Nella seconda parte di stagione, nonostante il cambio alla guida tecnica da Mourinho (passato al Real Madrid) allo spagnolo Rafael Benítez, l'Inter è riuscita a vincere la supercoppa nazionale ed il Mondiale per club FIFA ma ha perso la Supercoppa UEFA contro l'Atlético Madrid. L'andamento non brillante della prima parte di campionato ha portato successivamente alle dimissioni di Benítez ed all'ingaggio dell'allenatore brasiliano Leonardo, ex Milan.
Una novità importante di quest'anno è stata l'introduzione del Pallone d'oro FIFA, riconoscimento che premia il miglior giocatore dell'anno e che ha sostituito i due storici riconoscimenti del Pallone d'oro assegnato dalla rivista sportiva francese France Football e del FIFA World Player.
Il 2010 è stato anche l'anno dei Campionati mondiali di calcio in Sud Africa che ha visto la prima storica vittoria della nazionale spagnola vincitrice in finale contro l'Olanda per 1-0 con rete nei tempi supplementari di Andrés Iniesta.
La nazionale italiana campione del mondo in carica guidata per la seconda volta dal commissario tecnico Marcello Lippi è stata eliminata  nella fase a gironi a seguito di due pareggi contro Paraguay e Nuova Zelanda entrambi per 1-1 ed alla sconfitta contro la Slovacchia per 3-2 nell'ultima e decisiva partita.
Nel  ciclismo, Ivan Basso ha vinto il suo secondo Giro d'Italia, Alberto Contador ha vinto il suo terzo Tour de France (secondo consecutivo) mentre Vincenzo Nibali si è aggiudicato la Vuelta a España.
Nel motociclismo, tris di vittorie iridate da parte di piloti spagnoli: Jorge Lorenzo vince per la prima volta il mondiale nella classe MotoGP, Toni Elías vince quello della classe Moto2 e Marc Márquez quello della classe 125.
Storica prima vittoria di un pilota italiano nel mondiale Superbike ad opera di Max Biaggi su Aprilia; altrettanto storica prima vittoria della tennista italiana Francesca Schiavone al Roland Garros.
In Formula 1, Sebastian Vettel diventa il pilota più giovane a laurearsi campione del mondo a soli 23 anni con la scuderia Red Bull-Renault anch'essa al primo titolo iridato costruttori.
Dopo tre anni di cause legali, è tornata a disputarsi l'America's Cup con una sfida secondo le regole del Deed of Gift: a Valencia il defender svizzero Alinghi rappresentante la Société Natique de Genève ed il Challenger of Record americano BMW Oracle Racing rappresentante il Golden Gate Yacht Club, si sono sfidati nel mese di febbraio in un match race al meglio delle tre regate. Per la prima volta nella storia dell'America's cup si sono sfidati due multiscafi in quanto l'unico precedente risaliva all'edizione 1988 quando però solamente il defender americano Stars and Stripes utilizzò un catamarano contro i neozelandesi con KZ1 che usarono una tradizionale imbarcazione monoscafo. La disparità tra i due sindacati fu netta nei distacchi a fine regate in quanto l'imbarcazione degli sfidanti americani si rivelò nettamente superiore: aspetto tecnico determinante fu soprattutto l'utilizzo a bordo del un trimarano americano di un'ala rigida detta tecnicamente "wingsail" mentre gli svizzeri utilizzarono un catamarano con randa tradizionale. Nella prima regata BMW Oracle Racing staccò Alinghi per 15' 28" mentre nella seconda per 5' 26" oltre ad infliggere in entrambe le regate una penalità nella fase di pre-partenza al defender. L'America's Cup così torna negli Stati Uniti d'America dove mancava dall'edizione 1995.

Venerdì, 31 dicembre 2010

Enrico Siboni - Sito personale